Privacy Policy Atmosfere da fiaba - viaggiodolceviaggio
Atmosfere da fiaba in viaggio
CHRISTMAS

Atmosfere da fiaba

Quest’anno, che definire ‘particolare’ è decisamente riduttivo, avremmo bisogno, ne sono convinta, di un po’ di leggerezza, di dolci ricordi, di rilassanti atmosfere. Avremmo bisogno di trascorrere la giornata di Natale con i nostri cari, tra baci, abbracci, giochi, sorrisi; avremmo bisogno di passare alcuni giorni delle vacanze in viaggio, con i visi sepolti sotto calde sciarpe e berretti, ma con le mani libere per tenere in mano una guida turistica o una macchina fotografica… Purtroppo, sappiamo bene che tutto ciò che non sarà possibile, ma Viaggiodolceviaggio non ha saputo rinunciare all’ormai tradizionale Calendario dell’Avvento

Ecco allora che alcune Travel Blogger Italiane hanno deciso di parlarci dei luoghi che, nel periodo invernale, evocano in loro magici ricordi ed atmosfere fiabesche… Chissà che, il prossimo anno, non potremo lasciarci ispirare dai loro racconti per le nostre nuove avventure!

Immergiamoci, con Daniela, nell’autenticità delle cittadine alsaziane, con Alessia nei luccicanti mercatini di Natale di Colonia e, con Simona, in una suggestiva liturgia cantata a lume di candela…

Magica Alsazia

di Daniela – www.noiconlevaligie.com

L’Alsazia è sicuramente sinonimo di Natale.
L’atmosfera che si respira in questa zona nel mese di dicembre è davvero unica. Si tratta di una meta bella da visitare in ogni stagione dell’anno, con i suoi borghi e le sue caratteristiche case a graticcio che portano subito in un mondo fiabesco; ma a Natale qui si raggiunge il massimo splendore grazie alle ricche decorazioni che addobbano gli edifici, alle numerose luminarie e ai caratteristici mercatini natalizi.
La città principale di questa zona è Strasbugo, elegante e ricca di fascino, con alle spalle duemila anni di storia che le hanno permesso di diventare com’è ora, parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Una città
da visitare a piedi, addentrandosi tra le viuzze del centro, per scoprire ogni angolo, soprattutto la Grande-Ile, l’isola nel cuore del centro, collegata al resto della città da 21 ponti e passerelle, e la Petite France, un
tempo quartiere di conciatori e mugnai, con stradine strette e case a graticcio che si specchiano nei canali.
I Mercatini di Natale di Strasburgo sono una delle manifestazioni più importanti dell’anno e nel 2019 hanno festeggiato la loro 449° edizione. L’Albero Gigante che sovrasta il Villaggio della condivisione in Place Kléber è l’abete addobbato più alto d’Europa.


Un’altra meta imperdibile in Alsazia è Colmar, cittadina più piccola rispetto a Strasburgo, ma che racchiude al suo interno ben cinque mercatini di Natale, ognuno dei quali è un tripudio di decorazioni, dolci tipici
come pain d’épices, kougelhopf e biscottini di ogni genere, oltre alle classiche bevande dei mercatini: vin brulè e succo di mela caldo e speziato.
Quando cala il buio, dal tardo pomeriggio si accendono le luminarie, l’atmosfera cambia e si fa ancora più magica. Bellissimo è girare tra le vie e ammirare luci, suoni e profumi che arrivano da ogni angolo.


C’è poi una serie di paesini attorno a Colmar, di dimensioni ridotte e con un centro che si visita abbastanza velocemente, ma l’atmosfera che si respira vale la visita. Riquewihr è un meraviglioso borgo medievale che
ha ispirato i disegnatori Disney per il film di animazione “La Bella e la Bestia”. Kaysersberg è un piccolo centro in cui scorre il fiume Weiss e dove le case a graticcio sono dominate dai resti del castello. Eguisheim
è un borgo dalla forma circolare edificato seguendo un modello ad ellisse.


…Per gli amanti del Natale l’Alsazia è davvero una meta imperdibile!

Profumi e sapori a Colonia

di Alessia – Where are Ale&Vale?

Non posso definirmi un’appassionata del Natale. Non sono tra quelle che cominciano ad addobbare la casa con settimane di anticipo, non faccio il presepe perchè non sono credente e, in generale, di questo periodo mal sopporto la gente che si affolla ovunque, nei supermercati, per le strade, come biglie impazzite dietro la corsa al regalo. Con il tempo credo di essermi trasformata in una irriducibile Grinch, ma stavolta, con la pandemia da Covid-19 ancora in corso, credo sia illusorio pensare che questo Natale sarà come tutti gli altri. Non so a quali nuovi decreti verremo sottoposti da qui a un mese, ma sicuramente so che quest’anno il Natale non si festeggerà in maniera tradizionale, e inevitabilmente tutto ciò mette tristezza. Per questo quando Elena del blog Viaggiodolceviaggio ha chiesto alle Travel Blogger Italiane di portare un po’ di spirito natalizio sulle pagine del suo blog non mi sono tirata indietro, perchè penso che ora più che mai quell’atmosfera leggera e sognante che il Natale dovrebbe portare con sè possa aiutare e in qualche modo dare speranza.

Io, se penso al Natale nella sua accezione più bella, mi rivedo a Colonia, a gironzolare tra gli splendidi mercatini che questa città organizza dalla fine di novembre per un mese intero. Sono i tra i più antichi della Germania e sono talmente curati in ogni dettaglio da sciogliere anche il cuore più arcigno. I mercatini di Natale di Colonia sono in tutto quattro, sparpagliati tra il centro storico della città e il lungo Reno, e sono aperti dalla tarda mattinata fino alle 23:00 circa. Il più grande si organizza sulla Piazza della Cattedrale: un imponente albero di Natale tutto illuminato a festa, un palcoscenico per suonare dal vivo e cantare insieme le canzoni più celebri del Natale, giostre dal sapore vintage.

Colonia

Allontanandosi dalla Cattedrale ci si ritrova sulla Alter Markt, in pieno centro, a godere di una pista sul ghiaccio dove potersi cimentare con il curling o con i pattini, tra nani sciatori dall’aria sorniona, calde locande in legno dal sapore retrò e bancarelle perfette nelle loro esposizioni che propongono cibo buono e confortante.

Nel NeuMarkt saranno i dolciumi a tentarvi ad ogni passo e quando il freddo comincerà a farsi sentire troverete ristoro in una tipica birra Kölsch, in un trdlo tradizionale mentre l’odore delle mandorle candite si sprigiona nell’aria. I mercatini di Natale di Colonia sono anche artigianato locale. Ovunque sarà facile imbattersi in addobbi naturali fatti di anice stellato e pigne, balocchi in legno, oggetti di lana cotta, candele e saponi fatti a mano.

Colonia

Anche se solo per un weekend i mercatini di Natale di Colonia mi hanno regalato quella magia che non ricordavo da un po’, fatta di cose semplici, ma che sanno ancora scaldare il cuore. Una volta che la pandemia sarà finita mi piacerebbe se questa dei mercatini natalizi potesse diventare una piacevole tradizione familiare perchè rappresentano, secondo me, il luogo perfetto per immergersi e inebriarsi di quell’atmosfera fiabesca che ogni Natale dovrebbe regalare, ad ogni età.

La Messa a lume di candela a Westminster Abbey (Londra)

di Simona – www.unasoffittaperdue.it

L’Abbazia di Westminster, uno dei piu importanti edifici storici di Londra, venne costruita nel 1065. Questa imponente struttura gotica, sede delle incoronazioni reali, è Patrimonio UNESCO dal 1987. Oltre ad essere uno dei siti storici più visitati di Londra è, ed è sempre stato, luogo di culto tra i più importanti della Chiesa Anglicana.

Ogni anno nel periodo che precede la celebrazione del Santo Natale, è possibile partecipare ad uno dei riti presso l’Abbazia. Nel 2019 ho provato l’emozione di assistere alla suggestiva liturgia cantata a lume di candela. Si tratta di un rito antico, dal fascino immutato. All’ingresso è stata consegnata a tutti una candela da accendere all’inizio della messa.  Poco dopo, nella penombra delle arcate millenarie, alte 32 metri, si è elevato il canto angelico del coro. L’armonia degli antichi canti sacri, la luce fioca ma vivace di centinaia di candele, l’architettura imponente, le statue che sembravano avanzare dall’oscurità, gli oggetti d’oro che scintillavano alle luce delle fiamme: tutto contribuiva alla magia. Un rito antico in un contesto straordinario, da assaporare in ogni dettaglio, affascinante anche per chi non è religioso.  

Qualche informazioni pratica: la messa segue il rito anglicano e dura circa un’ora; tutti sono benvenuti. Nel periodo natalizio ci sono anche altri eventi a cui si può partecipare presso l’Abbazia: durante tutto il mese di dicembre si svolgono liturgie speciali e concerti. Alcuni sono a pagamento altri sono gratuiti ma richiedono la prenotazione, per altri ancora non è necessaria alcuna prenotazione, è sufficiente presentarsi all’ingresso in orario per l’inizio del rito. Sul sito ufficiale è possibile trovare il calendario degli eventi con le informazioni aggiornate.  E’ bene ricordare che questa celebrazione, sebbene rappresenti un’ottima occasione per vedere Westminster in tutto il suo splendore, non è una visita turistica.  È infatti strettamente vietato scattare foto e, se volete curiosare un pò in giro, fatelo con discrezione.

Westminster

Un grande grazie alle prime tre colleghe blogger che, con i loro racconti, mi sono venute in aiuto in questo periodo per me decisamente impegnativo, nel quale il tempo da dedicare al blog è più unico che raro… Colgo l’occasione, infatti, per dare il benvenuto ad una nuovissima, piccola, viaggiatrice: Anita ❤

Appuntamento alla prossima domenica con altre mete magiche ed innevate!

La magia dell'inverno in viaggio

20 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *