Privacy Policy
STOCCOLMA

Stoccolma. Quinto giorno

Stoccolma Stockholm giorno 5

Oggi, a differenza delle due precedenti, la giornata comincia senza cielo azzurro, grigia e con dei nuvoloni. Per fortuna, durante la giornata il tempo migliora.

Ci dirigiamo subito all’Erikson Globe, un’enorme semisfera bianca sulla quale viaggia una navicella chiamata Skyview. Dalla cima si gode di un bellissimo panorama a 360°!

Ericsson Globe o Globen Stoccolma Stockholm
Ericsson Globe o Globen
Vista dallo Skyview Stoccolma Stockholm
Vista dallo Skyview

Poi ci dirigiamo di nuovo verso la Kaknastornet, dalla quale, di nuovo, ammiriamo tutta la città. Che freddo!

Abbiamo poi in programma di visitare due musei: Etnografiska e Tekniska. Secondo i nostri orari, devono essere aperti… e invece no! Tutti e due chiusi sia oggi che domani.

Dobbiamo quindi abbandonare definitivamente  l’idea di andare ad Uppsala il 2 gennaio: non ci sembra giusto spendere altri soldi per andare in un altro posto quando qui c’è ancora tantissimo da vedere e rimangono ancora luoghi che ci interessano.

Ci dispiace proprio. Torniamo in città e, con qualche peripezia, raggiungiamo l’isola Kungsholmen, dove scattiamo un po’ di foto allo e dallo Stadhuset e ne visitiamo l’interno (City Hall), la visita è guidata, in inglese.

StadhusetStoccolma Stockholm
Stadhuset

Stoccolma Stockholm

Stoccolma Stockholm

Attraverso un breve ponte raggiungiamo il centro città, quando invece prima avevamo fatto km! Girovaghiamo per Gamla Stan, tra gli eleganti vicoli e i negozietti addobbati a festa, alla ricerca di un posto per la cena di stasera.

Gamla Stan Stoccolma Stockholm
Gamla Stan

Gamla Stan Stoccolma Stockholm

Stoccolma Stockholm

Essendo il 31 di gennaio, giriamo poi un po’ nei supermercati alla ricerca di una bottiglia per fare, più tardi, un brindisi. Rimaniamo spiazzati ma… non ne vendono neanche una! Solo succhi, sidri di mele, birre analcoliche o quasi e bottiglie che sembrano vino… ma sono tutte “alcool free”!

Prendiamo comunque due bottiglie di sidro e delle patatine piccanti per fare un piccolo aperitivo in camera.

Siccome stasera vorremmo aspettare almeno la mezzanotte, andiamo a fare un riposino: siamo stanchi e fa freddissimo. Dopo aver fatto il nostro piccolo aperitivo, siamo di nuovo pronti per uscire e per andare a cena!

Più tardi, decidiamo di andare a vedere cosa c’è verso Slussen. C’è parecchia gente attorno ad un palco che trasmette musica, ma c’è troppo baccano per noi! Preferiamo salire su una scalinata che porta a Södermalm. Da una terrazza vediamo parecchi fuochi d’artificio. Sono piccolini e sporadici, ma vanno avanti da ore (già mentre eravamo in camera li sentivamo, alle 17). Facciamo un giretto per Söder, è ancora troppo presto.

Ci viene in mente un posto migliore, e così corriamo fino a Skeppsholmen, dove crediamo ci sia una vista impareggiabile. E infatti… così è. È una meraviglia. Ci posizioniamo sul ponte che collega Norrmalm con Skeppsholmen; c’è un po’ di gente, ma è comunque tranquillo. Per più di un’ora va avanti uno spettacolo di fuochi artificiali da tutti i punti della città. Fuochetti, fuoconi, fuochi da ogni dove, a 360°! Dietro al Grand Hotel, verso Slussen, verso Skeppsholmen, verso Norrmalm, fuochi alti nel cielo e fuochi rasenti l’acqua… non si sa proprio più dove girarsi!

Scoccata la mezzanotte, baci e auguri, e ancora qualche foto. Poi facciamo ancora due passi e torniamo a piedi verso casa. È bella lunghetta; arriviamo cotti come due pere, e coi piedi messi peggio ancora.

Buona anno, sì… ma soprattutto buona notte!!!

 fuochi d'arfificio capodanno Stoccolma Stockholm

continua a leggere il diario… Sesto giorno!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: