Privacy Policy
Cosa vedere in Svezia occidentale
GÖTEBORG E COSTA BOHUSLÄN

Cosa vedere in Svezia occidentale

In Svezia occidentale, sulla costa del Bohuslän, provincia che si estende grossomodo dalla città di Göteborg fino al confine con la Norvegia, esistono luoghi incantevoli, da conoscere e scoprire…

Ecco quindi una semplice raccolta dei luoghi da vedere, che vuole essere una guida utile a tutti (i fortunati!) che stanno per intraprendere un viaggio nella deliziosa Svezia occidentale.

Cosa vedere in Svezia occidentale: Marstrand

Marstrand, circa 1400 abitanti, fondata da un re norvegese nel XIII secolo, è oggi località di villeggiatura alla moda. Si raggiunge in auto, attraversando alcuni ponti, solo fino ad un certo punto. A Koön, si sale su un battello che viaggia su una monorotaia e fa la spola tra le due sponde, perché a Marstrand è vietata la circolazione alle auto!

E’ consigliato visitarla prendendo la mappa all’ufficio del turismo che si trova sul molo.

Cosa vedere sull’isola di Marstrand

  • Carlstens Fästning, la fortezza, costruita nel 1600, che si erge al centro dell’isola, a circa 100 metri dal centro abitato;
  • Gästhamn, il porto;
  • L’antico Municipio in pietra;
  • lo storico Grand hotel;
  • Maria Kyrka, la suggestiva chiesetta dal tetto azzurro;
  • Pater Noster Lighthouse, faro che si trova sull’isola disabitata di Hamneskar e che è raggiungibile in gommone;
  • Il centro, fatto di deliziose casette in legno colorate, negozietti e ristorantini, una spiaggetta, da cui partono numerosi sentieri per esplorare l’isola.

Per visitare l’isola di Marstrand, per girare per bene e respirare l’atmosfera del luogo, calcolare almeno 2 ore e mezza di tempo.

 

 


Cosa vedere in Svezia occidentale: Tjörn

L’isola di Tjörn è collegata alla terraferma con un ponte, che si trova nella cittadina di Stenungsund. Gli insediamenti maggiori dell’isola sono Skärhamn e Rönnäng.

Cosa vedere sull’isola di Tjörn

  • Nella città di Skärhamn, visitare il suggestivo museo dell’acquarello, il Nordic Watercolour Museum (100 sek), nato nel 2000 e gestito da due architetti danesi, che ospita soprattutto opere a tema mare, imbarcazioni, pesca, marinai. Le esposizioni in sè sono piccoline, ma l’edificio in cui il museo si trova, ed anche il paesaggio circostante, sferzato dal vento, valgono assolutamente la pena. Inoltre, all’interno del museo si trovano un ristorante ed una piccola caffetteria, perfetta per una merenda speziata ed un caldo cappuccino sorseggiato di fronte alle casette da meditazione;
  • Skulptur i Pilane, parco/museo all’aria apera che ospita bizzarre sculture di arte moderna (120 sek);
  • Klädesholmen, isoletta a sud, collegata a Tjörn con un ponte, ribattezzata ‘isola delle aringhe’. Qui c’è il Salt&Sill, primo albergo galleggiante di Svezia, ed ovviamente il museo dell’aringa;
  • Åstol, piccola isola raggiungibile in traghetto da Rönnäng.

Per visitare l’isola di Tjörn e dintorni, calcolare una giornata, magari ipotizzandovi anche un pernottamento.

 

Cosa vedere in Svezia occidentale: Smögen

Smögen è un villaggio con meno di 1500 abitanti, collegato alla terraferma da un ponte, prima del quale si può scorgere un bellissimo scorcio del paese. Smögen è conosciuto per la fila di casette coloratissime sulla sua banchina, e non può essere perso!

Cosa vedere a Smögen

  • Smögenbryggan, il lunghissimo molo contornato da coloratissime casette di pescatori e da una varietà di negozietti, caffè e ristoranti coi tavolini all’aperto. Per ammirare le variopinte casette in un unico colpo d’occhio, una volta raggiunte è necessario proseguire la strada fino al parcheggio, da cui parte una scala che conduce leggermente in alto, pergodere di un ottimo (e colorato!) panorama;
  • Al mattino presto, sulla banchina del porto, si può assistere all’asta del pesce;
  • Vallevik Badplats, una bella spieggetta con rocce, caletta e tramplino per un rigenerante tuffo nel freddo mare!

 


Cosa vedere in Svezia occidentale: Lysekil

Lysekil è un’ex cittadina termale, all’apparenza città dai palazzi moderni… Ma, superato il porto, ecco apparire il centro, con le caratteristiche casette di legno con i giardini curati e, ancora oltre, ecco un piccolo paradiso…

Cosa vedere a Lysekil

  • Gamlestan, il centro storico, la parte della città antica, formata da vicoletti e da casette in legno, tranquillo e silenzioso;
  • Lysekil Church, grande chiesa in granito rosso che spicca dalla sua posizione sopraelevata;
  • Stångehuvuds nature reserve, riserva naturale visitabile percorrendo il sentiero guidato, che forma un anello percorribile in circa 1 ora, costituita da rocce di granito rosa sul mare, sulle quali distendersi, arrampicarsi e saltellare! Sì, saltellare, perchè proprio queste saranno le emozioni che proverete lungo il percorso: gioia ed incredulità… incredulità di trovarvi in un luogo del genere!


Cosa vedere in Svezia occidentale: Fjällbacka

Fjällbacka, località di villeggiatura conosciutissima dagli appassionati lettori di gialli nordici, così ben descritta dalla mamma di Erica Falck, Camilla Läckberg, ha bisogno di poche presentazioni perchè, se la conoscete, avete benissimo in mente colori, luoghi ed atmosfere, e se non la conoscete, vergogna! Correte ai ripari (e in libreria)!

Cosa vedere a Fjällbacka

  • La piazza Ingrid Bergman;
  • La bellissima chiesa ed il suo romantico cimitero;
  • Vetteberget, monte (76 m slm) che si raggiunge tramite una scalinata e su cui è possibile salire per ammirare il panorama sull’arcipelago, composto da tantissime isolette, alcune disabitate, altre punteggiate dalle tipiche casette di legno dei pescatori;
  • Kungsklyftan, la Gola del re. Si tratta di una breve escursione che si snoda tra scale e rocce. Si sale inerpicandosi all’interno di un canyon nella roccia. Interessanti i tre grossi massi bloccati tra le due pareti e bellissimo il panorama dalla sommità;
  • Läckberg mystery tour, tour di 45 minuti alla scoperta dei luoghi in cui sono ambientati i gialli di Camilla Läckberg (controllare preventivamente online in quanto si tiene solamente alcuni giorni della settimana);
  • È possibile raggiungere in traghetto le isolette di Valö e Väderöarna, isola più occidetale della Svezia, splendida riserva naturale tutta da esplorare in un unico sali e scendi tra rocce, mare e natura incontaminata.

 


Cosa vedere in Svezia occidentale: Tanumshede

Il Vitlycke Museum, a Tanumshede è un luogo davvero particolare: si tratta di un esteso museo a cielo aperto, ad una quindicina di km a nord da Fjällbacka, ad entrata gratuita, interamente dedicato ad incisioni rupestri delle popolazioni nordiche risalenti all’età del bronzo. Oggi Tanum è sito patrimonio dell’umanità UNESCO. Il museo ha un’estensione di 45 km quadrati e contiene 500 località con incisioni rupestri, quattro delle quali sono dotate di targhe informative ed aree di parcheggio:

  • Vitlycke
  • Aspeberget
  • Litsleby
  • Fossum

Si possono vedere e toccare con mano, in tutti questi siti, numerosissime incisioni di cavalli, divinità, imbarcazioni, scene di caccia, cavalieri, … Ed anche fare un salto nel passato visitando una fattoria dell’età del bronzo perfettamente ricostruita, con l’abitazione, l’orto, la bottega, il laghetto presso cui si compivano, 3000 anni fa, i sacrifici.

E’ possibile spostarsi tra i vari siti in diversi modi: a piedi, se si ha molto tempo, in bicicletta o in automobile.


lago-vanern-maps

 

Cosa vedere in Svezia occidentale: lago Vänern

Il lago Vänern è il terzo lago più grande d’Europa, il maggiore di Svezia. Le città che si trovano attorno ad esso sono Karlstad, Kristinehamn, Mariestad, Lidköping, Vänersborg, Åmål e Säffle. Le sue acque pulite, le sue sponde pianeggianti e la ricchezza di foreste fanno di esso una meta frequentata da sportivi ed escurionisti. Tantissime sono le attività che si possono compiere nel e attorno al lago Vänern: gite in barca, scampagnate in bicicletta, escurioni a piedi, semplici passeggiate e divertenti gite in canoa o kayak. Da vedere anche il bianco castello Läckö Slott.

 

 

8 commenti

  • Silvia - The Food Traveler

    Già il fatto che siano i luoghi in cui Camilla Läckberg ha ambientato i suoi romanzi è da solo un motivo più che valido per andare in Svezia occidentale – almeno per me!
    Ma a parte questo, le tue parole e le foto mi fanno venire in mente posti tranquilli da vedere senza un programma preciso: tante passeggiare, tanto riposo e tanto cibo!

  • L'OrsaNelCarro Travel Blog

    Che meraviglia, un posto più bello dell’altro! Tanti spunti per un viaggio all’insegna della natura, della storia (proprio come piace a me) e soprattutto del NORD! *_* Prenderei la residenza in una di quelle casette colorate sul molo 😉 Ah si e poi ovviamente vorrei lavorare come impiegata nel municipio in pietra 😉 Buona domenica!

  • untrolleyperdue

    Che incanto Smogen con il suo molo coloratissimo, pieno di caffè e negozietti!
    La Svezia occidentale la conosciamo davvero poco, ma sembra meravigliosa! 😊
    Con una natura così, è assolutamente da scoprire! Grazie per tutti i consigli ragazzi, ne faremo tesoro! 😉

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: